Fontane e lavatoi PDF Stampa
< Indietro   Avanti >
Indice articolo
Fontane e lavatoi
Da vedere in Val Vigezzo
Da vedere in Valle Cannobina

La fontana è il “contenitore” dell’acqua che meglio caratterizza l’ambiente storico e umano delle nostre vallate, lo individua fornendo elementi distintivi ai suoi fruitori e agli abitanti, generando un’immagine di bellezza e di rigogliosità.

A queste rete di rimandi e significati, si aggiunge la funzione architettonica o artistica della fontana come parte della cultura materiale dei nuclei rurali (la presenza di sorgenti, costituiva, molto spesso, un fattore fondamentale per l’ubicazione delle baite sugli alpeggi).

Una fontana a Cannobio
Una fontana a Cannobio
La fontana e l’acqua sono l’elemento vitale della vita comunitaria, simbolo dell’incontro, della socialità, punti di scambio generazionale (la tradizione vuole che, in alcuni paesi, l’arrivo di una sposa “venuta da fuori” alla fontana, ne costituisse il battesimo comunitario), metafore materiali di un senso di appartenenza.

I lavatoi, dove le donne si riunivano per fare il bucato, erano veri e propri “regni” femminili, un raro momento di socializzazione e condivisione, fatto di chiacchiere e canti. Qui si svolgeva la laboriosa pulitura con cenere, acqua calda e risciacqui nelle fredde vasche. Il bucato si faceva nei giorni ventosi, così la biancheria posta ad asciugare si poteva riporre nell’arco della giornata, ma non si lasciava asciugare completamente per poterla ripiegare più facilmente. D’inverno, nei giorni di sole, si poteva stendere la biancheria anche sulla neve gelata.



 
< Indietro   Avanti >
Copyright © 2018 Itinerari senza Frontiere.  Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Fenice Tecnologie s.a.s. Our site is valid CSS Our site is valid XHTML 1.0 Transitional